Inizierà  a breve il restauro del ciclo di affreschi dell’abside, della Chiesa della Madonna della Montà,  di Antonio da Monteregale. I dipinti murali sono un documento di eccezionale importanza in quanto, essendo datati 1435, sono l'unica opera firmata del pittore piemontese, come testimoniato dall'epigrafe posta al di sopra del coronamento del polittico dipinto a fresco sulla parete absidale di fondo.

Un finanziamento del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo su impulso della Soprintendenza genovese e della Compagnia di San Paolo, sempre attenta alle istanze delle Comunità Locali, permetterà, a partire dalla primavera 2019, un completo restauro delle pitture murali recuperando non solo le cromie originarie ma anche lo scoprimento, grazie alla rimozione dello scialbo, di nuove figure oggi non visibili permettendo una nuova lettura critica dei dipinti e una loro più puntuale valorizzazione.

 

La chiesa della Madonna della Montà, situata nell’area cimiteriale sul poggio che domina il borgo di Molini di Triora, è uno degli edifici storici di maggior rilievo della Provincia di Imperia e oggetto di grande devozione attraverso i secoli. Una tradizione non suffragata da indizi certi farebbe risalire l'origine della chiesa al XIII secolo come prima sede parrocchiale del paese ma l’attuale costruzione è di epoca quattrocentesca, come attestato dalle caratteristiche architettoniche del campanile, intorno alla quale si estende un'area per le sepolture di antica origine, forse addirittura all'anno Mille. La chiesa si presenta a tre navate con una copertura a capriate recuperate da un recente restauro, a seguito della demolizione della volta pericolante la cui costruzione aveva comportato la sparizione delle colonne originarie, e relativi capitelli, "annegate" nei pilastri di separazione delle navate in epoca moderna.

 

SOSTIENI IL RESTAURO: IT 41Y0617549090000000991380 - C/C n. 12153185

 

 

 

 

 

STAZIONE METEO